Lucia e Gabriele: un incontro piccante svelato

Ho deciso di scrivere la mia storia e pubblicarla perché la ritengo molto eccitante. Tutte le persone a cui l’ho raccontata a voce mi hanno confessato di essersi masturbate subito dopo ripensando a ciò che ho detto. Quindi, ecco per voi la mia storia con la mia bella moglie, Lucia.

Mi chiamo Gabriele e sono un amante del sesso. Non sono uno di quei classici uomini che scoperebbero una donna solo perché respira, io cerco la passione e il coinvolgimento. Ho scopato con tante donne, mi sono divertito molto nel corso della vita. Mi ritengo un bell’uomo e ho anche due doti molto importanti: sono di mentalità aperta e ho in dotazione un bel cazzo enorme. Ho conosciuto Lucia, una donna fuori dal comune e molto intraprendente. Mi ha colpito subito la sua facilità a conoscere nuove persone grazie al suo carattere espansivo e alla sua voglia di vivere. Ha una bellezza fuori dal comune, due belle tette grosse, un culo sodo da schiaffeggiare e che allena costantemente, un viso da porcona che ti fa rizzare il cazzo appena incroci il suo sguardo. Io ho capito sin da subito di avere a che fare con una vera e propria ninfomane, infatti il nostro rapporto è iniziato proprio dal sesso. Dopo una bellissima serata in discoteca, mi ha portato a casa sua e abbiamo dato via a una vera e propria notte di passione. Vedere la sua bocca che si metteva sul mio cazzo e iniziava a succhiare era come un sogno che si realizzava. Abbiamo scopato per ore e ore, il letto sembrava quasi pronto per essere distrutto e penso di non avere mai goduto così tanto in vita mia. Anche lei era molto soddisfatta, non aveva mai preso un cazzo così bene e non si era mai divertita a tal punto. Dopo la prima scopata abbiamo continuato, avrò contato almeno sei orgasmi. Dopo quella nottata abbiamo continuato a frequentarci e a scopare come animali, fin quando non abbiamo deciso di fidanzarci e, successivamente, di sposarci.

Le nostre idee perverse a vostra disposizione

Il nostro obiettivo è sempre stato quello di far restare il sesso come la prima sera. Abbiamo sempre cercato di mantenere viva quella fiamma molto importante dell’intimità, scopando quasi ogni giorno ma con idee diverse. Abbiamo fatto sesso all’aria aperta di notte e di giorno, sul balcone, con altre persone presenti in casa, in ogni dove. Non abbiamo mai avuto paura di essere beccati, anzi. Tutto ciò rendeva tutto più eccitante.

Il primo sex toy è stato acquistato da Lucia, un dildo nero enorme con ventosa, pronta per essere attaccato da qualsiasi parte. Io sono rimasto subito eccitato da questo acquisto, dato che ha deciso di comprare un cazzo finto molto, molto grosso e nero. Ho capito sin da subito la sua passione e la sua voglia di peni grandi e che forse aveva bisogno di qualcosa di nuovo. All’inizio scopavamo con quel bel pisello finto, mentre mi succhiava il cazzo si penetrava con lui e godeva moltissimo. Abbiamo deciso di attaccare il dildo con la ventosa al letto, cosicché lei potesse scoparselo a pecorina mentre il mio bel pisello era nella sua bocca. Era molto eccitante pensare che quel pene potesse essere vero, l’idea che la mia donna fosse scopata da un uomo a pecora mentre il mio cazzo viene succhiato e leccato. Ho provato a spiegare la mia nuova perversione a Lucia e lei, naturalmente, ha detto che era d’accordo. Abbiamo quindi deciso di dare vita a quel bel pisello finto e di aggiungere una terza persona al nostro letto. Abbiamo iniziato con un mio amico, è stato molto eccitante. Mi ricordo ancora la prima volta in cui abbiamo fatto sesso a tre. Eravamo a casa nostra, abbiamo organizzato una cena con un mio amico che faceva sesso a mia moglie. Mi ha sempre detto che lo avrebbe scopato fino alla morte se avesse avuto l’occasione. Dopo una bella mangiata e qualche bottiglia di vino, i freni inibitori non esistevano più. Lucia ha iniziato a fare la donna sexy, aveva una gonna e molte volte faceva finta di dimenticarselo e apriva le gambe davanti al mio amico per mostrare la figa. Ci siamo messi d’accordo io e lei, ho fatto finta di andare in bagno e ho lasciato che lei facesse tutto il resto. Sono tornato e ho trovato il mio amico in piedi, senza mutande, e mia moglie completamente nuda con solo il perizoma indosso, intenta a succhiargli anche le palle. Il mio amico ha capito subito che era tutto progettato, dato che, appena raggiunti, mi sono tolto le mutande e ho messo il mio bel cazzo in faccia a mia moglie. Vederla leccare due cazzi è stato davvero molto bello, la sua espressione di goduria nel avere un pisello in mano e l’altro in bocca era senza presso e inspiegabile. Abbiamo continuato in camera da letto, la stessa in cui abbiamo scopato mille volte insieme. Lei è stata una gran porcona, dato che ha deciso subito di essere scopata prima dal mio amico. Si è messa a pecorina davanti a lui, ha aperto proprio bene le gambe per mostrare la sua figa umida e dilatata, poi lo ha intimato a scoparla. Il mio amico non ci ha pensato due volte, ha iniziato a penetrarla con la violenza giusta, proprio mentre Lucia prendeva il mio pisello in bocca. La nostra fantasia era stata realizzata. Abbiamo proceduto anche con la doppia penetrazione, ovviamente con il mio amico che scopava il culo di Lucia. Ho visto la vera goduria negli occhi di mia moglie, ricevere due peni così grossi contemporaneamente, essere penetrata da due uomini in maniera selvaggia e senza amore. Abbiamo tirato molti schiaffi sul culo, possiamo dire di averla sfondata a dovere. Abbiamo terminato con una doppia sborrata, io in bocca, mentre lui ha deciso di trattare la mia bella moglie come una vera e propria puttana. Si è fatto una sega e le ha sborrato completamente in faccia. Ho proprio visto il bel viso di Lucia pieno di sperma caldo di un altro uomo, mi sono sentito umiliato. E mi è piaciuto.

Dopo il sesso a tre abbiamo parlato molto io e Lucia, era piaciuto a entrambi. Inoltre, le ho anche raccontato della sensazione di umiliazione che avevo amato. Anche a lei era piaciuto vedermi umiliato, essere scopata davanti a me e godere. Aveva amato succhiare il cazzo del mio amico ed essere beccata, continuare mentre stavo guardando. Per questo abbiamo fatto un ulteriroe step. Sono diventato un fan delle mogli in mostra e abbiamo deciso di andare oltre. Abbiamo chiamato un uomo sconosciuto, mia moglie lo ha scelto in base alle dimensioni del cazzo. Questa volta io sono rimato fermo a guardare, vestito e sicuro di non intervenire. Ho proprio visto Lucia comportarsi da puttana. Ha iniziato subito a leccare le palle dell’uomo su quel lettino in cui abbiamo dormito mille volte. si è presa quel grosso pene nero fino in gola e nel frattempo mi osservava. Dopo ha lasciato che l’uomo leccasse la sua figa umida e hanno iniziato con un bel 69. Noi abbiamo sempre amato i preliminari e vedere che un altro uomo poteva bearsi della bocca di mia moglie è stato eccitante. I due hanno scopato per molto tempo, sentivo il respiro affannoso dei due e vedevo quel grosso pene entrare nella vagina di mia moglie e penetrarla con forza. Molte volte mi parlavano, mi umiliavano dicendo che sono un cornuto e che mia moglie è unatroia da monta. Ho amato ogni istante, anche quando Lucia lo ha preso nel culo e ha preso tutta la sborra in gola e in faccia. L’esperienza è stata fenomenale, mia moglie che viene scopata da un altro davanti a me.

Rispondi